Determinazione del periodo di rotazione dell’Asteroide 2020 UQ6: un rotatore super veloce

Un altro importante risultato scientifico del gruppo ricerca di Astrocampania per l’Osservatorio S.Di Giacomo (osservatori: E. Guido, A. Catapano, A. Noschese, A. Vecchione) : Apollo Asteroid 2020 UQ6: Super Fast Rotator
Nell’ultimo numero del Minor Planet Bulletin (VOLUME 48, NUMERO 2, A.D.2021 APRILE-GIUGNO), è stato pubblicato il nostro lavoro sulla determinazione del periodo di rotazione dell’asteroide 2020 UQ6. Questo asteroide è un oggetto di tipo Near-Earth che si avvicina alla Terra appartenente al gruppo Apollo scoperto all’Osservatorio di Tokyo-Kiso (codice MPC 381) il 27 ottobre 2020

Si può leggere qui il nostro articolo intitolato “DETERMINAZIONE DEL PERIODO DI ROTAZIONE E DELLA CURVA DELLA LUCE DEL 2020 UQ6: UN ROTATORE SUPER VELOCE”

 

L’osservazione fotometrica CCD dell’UQ6 2020 è stata effettuata in formato bin 2 × 2 nella notte tra il 28 e il 29 ottobre 2020 utilizzando il telescopio principale del nostro osservatorio (codice MPC L07)  , configurazione Ritchey-Chretien da 0,50 m  f / 8  dotato di una camera CCD FLI-PL4240 usata senza filtro.

Il software Tycho di D. Parrott, che ora offre la possibilità di costruire curve di luce e determinare periodi di rotazione, è stato utilizzato durante la sessione di osservazione per estrarre la curva di luce di questo interessante asteroide quasi in tempo reale.

Per tenere conto sia dell’elevata velocità dell’oggetto (che va da 21,48 arcec / min a 17,46 arcsec / min durante le misurazioni) i tempi di esposizione sono stati tenuti a 4 s per tutte le sessioni. Otto sessioni di osservazione hanno raccolto 1373 punti dati per l’analisi della curva di luce. Ciò ha portato a una curva di luce bimodale con un periodo di 0,04521 h (162,76 s) o una frequenza di 530,84 giri / giorno e un’ampiezza di 0,57 magnitudini. Questa scoperta identifica questo oggetto come un asteroide rotatore superveloce (P << 2 ore).

Dal valore di magnitudine assoluta di H = 22,6 e assumendo che l’asteroide sia un oggetto sferico con superficie uniforme e albedo compreso tra 0,05 e 0,30, si può ottenere un diametro stimato compreso tra 80 e 180 m. Da questo, è possibile aggiungere il valore medio del diametro stimato, D = 130 m, al grafico frequenza vs diametro da LCDB.

Come si può osservare, 2020 UQ6 si trova in una regione poco affollata del grafico (identificata da un punto giallo), rendendo questo oggetto particolarmente degno di nota.

Ricerca by Ernesto Guido, Antonio Catapano, Alfonso Noschese, Antonio Vecchione

 

Redazione di Antonio Catapano da una traduzione dell’articolo pubblicato qui da Ernesto Guido