Il cielo del mese – Marzo 2011

cielo a Est con il Leone

A Cura di AstroCampania – sezione locale Stabia-Penisola Sorrentina responsabili  Antonio Catapano, Nello Ruocco

Il Cielo di Marzo ed i principali fenomeni
di Nello Ruocco

Il cielo di Marzo e’ molto diverso dal cielo dei mesi che lo hanno preceduto: la costellazione di Orione, quella del Toro e dei Gemelli, che hanno caratterizzato il periodo invernale sono ancora osservabili in prima serata, ma tramontanto presto ad Ovest lasciando lo spazio alle costellazioni primaverili: insomma siamo in questo periodo a cavallo tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera astronomica.
L’est e’ dominato dalla brillante ed arancione stella Arturo, la principale della costellazione del Bifolco (Bootes in latino), mentre il sud est e’ dominato dalle costellazioni del Leone e della Vergine
Verso Nord e’ facile scorgere, alta nel cielo, la costellazione dell’Orsa Maggiore

Di seguito sono riportate 4 cartine che mostrano il cielo da Napoli alle ore 22 locali del 1° Marzo

Il cielo del Nord a marzo 2011

Il cielo del Nord a marzo 2011

Il cielo del Sud a marzo 2011

Il cielo del Sud a marzo 2011

Il cielo ad Est a marzo 2011

Il cielo ad Est a marzo 2011

Il cielo ad Ovest a marzo 2011

Il cielo ad Ovest a marzo 2011

I PRINCIPALI FENOMENI DEL MESE DI MARZO

Le fasi lunari marzo 2011

Le fasi lunari marzo 2011

OSSERVABILITA’ DEI PIANETI VISIBILI AD OCCHIO NUDO

Il mese di Marzo sara’ dominato dal pianeta Saturno osservabile per l’intera notte.

Giove sara’ visibile in primissima serata anche se molto basso verso l’orizzonte sud ovest
Venere sara’ osservabile a Sud Est come stella del mattino e quindi prima dell’alba
Mercurio e’ osservabile, anche se con difficolta’ perche’ molto vicino al Sole. Il momento piu’ favorevole sara’ la sera del 23.

CONGIUNZIONI

Le congiunzioni sono degli eventi per cui due o piu’ oggetti sembrano prospetticamente vicini
Ecco quelle che si verificano nel mese

2 Marzo – prima dell’alba – Congiunzione Luna Venere

congiunzione Luna Venere 2 marzo 2011

congiunzione Luna Venere 2 marzo 2011

7 Marzo – in prima serata – Congiunzione Luna – Giove – bassi sull’orizzonte Ovest

congiunzione Luna Giove 7 marzo 2011

congiunzione Luna Giove 7 marzo 2011

16 Marzo – in prima serata – Congiunzione Giove-Mercurio – bassi sull’orizzonte Ovest

congiunzione Giove Mercurio 16 marzo 2011

congiunzione Giove Mercurio 16 marzo 2011

PASSAGGIO DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE

Il passaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e’ osservabile ad occhio nudo sui nostri cieli come un oggetto stellare con moto proprio
I passaggi visibili e quindi con oggetto molto alto sull’orizzonte e con ISS molto luminosa saranno:

- 8 Marzo ore 19.15 (massima altezza 83°)

Ci sono poi altri passaggi, mattutini e serali che ometto perche’ bassi sull’orizzonte
E’ comunque possibile utilizzare il sito http://www.heavens-above.com/ per crearsi una propria effemeride in base alla localita’ di osservazione

Buone Osservazioni

Per domande o chiarimenti potete scrivere a:
nello_ruocco@astrocampania.it

 

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Costellazione del Mese :  il Leone

a cura di Antonio Catapano

In marzo la costellazione è comodamente osservabile ad Est (dove sorge il Sole) ad un’altezza di circa 50 gradi sull’orizzonte, la sua presenza dopo il tramonto indica il prossimo arrivo della primavera.

Leone nel cielo di Marzo

Il Leone è una costellazione zodiacale settentrionale perché passa alta nel nostro cielo boreale e in essa transita il Sole durante la stagione Estiva quando c’è il “Solleone” , la sua presenza ad est dopo il tramonto indica il prossimo arrivo della primavera.

Stelle Principali:

Alfa Leonis, chiamata Regolo, è la stella più luminosa della costellazione; si tratta di un astro di colore azzurro, di magnitudine 1,36 e distante 77 anni luce. È nota fin dall’antichità, sempre con appellativi che richiamassero un qualcosa di “regale”.

Gamma Leonis , chiamata Algieba, è una stella doppia le cui componenti sono la primaria di magnitudine 2,01 azzurra e la secondaria di magnitudine 3,80 ; la sua distanza è stimata sui 126 anni luce.
Questa costellazione si trova lontano dallo “spolverio” delle centinaia di migliaia di stelle della nostra Galassia (Via Lattea) e dalle nubi interstellari ed è quindi in una zona di cielo ideale per osservare l’universo profondo e quindi gli ammassi di galassie lontane dalla nostra.

Cielo Profondo

Le galassie più note sono quelle catalogate dal Messier, e in particolare M65 , M66 che formano un gruppo a sé stante assieme ad una terza galassia, NGC 3628 ; si tratta di un terzetto di galassie facilmente individuabili anche con un piccolo telescopio, due delle quali si mostrano quasi perfettamente di taglio.

M65 M66 Ngc3628 di Giovanni Paglioli - Galleria AC

Mitologia

Eratostene e Igino sostengono che il leone fu posto in cielo perché è il re degli animali. In termini mitologici, si ritiene sia il leone nemeo , sconfitto da Ercole nella prima delle sue dodici fatiche


Il Leone nell’atto di piombare addosso alla preda in Atlas Coelestis di John Flamsteed. Sul suo petto c’è la stella lucida Regolo, indicata con la lettera Alfa. Si trova quasi sul percorso del Sole attorno al cielo, l’eclittica, qui segnata da una linea tratteggiata.

Buone Osservazioni

Per domande o chiarimenti potete scrivere a: catapano_a@astrocampania.it





Articoli (forse) correlati: