ORION OPTILUX 32mm

ORION OPTILUX 32mm

L’OCULARE:
Alzi la mano chi ha mai sentito parlare di questi oculari. Per carità, nessuno s’affretti!! In effetti Orion è uno dei tanti marchi della galassia Synta che non ha mai sfondato in Italia, tantomeno la sua serie di oculari Optiluxe, grandangoli da 50, 40 e 32mm di focale. Il test riguarda il 32mm della foto.

Lo schema ottico è a 5 elementi, il campo effettivo rasenta i 61° a fronte di 58° dichiarati (questa è una bella sorpresa!), è dunque un concorrente d’eccellenza del Meade 5000 32mm, che sulla carta ha le stesse identiche caratteristiche. Costruzione giapponese molto curata, lentona frontale rassicurante, comodità garantita e peso contenuto nell’ordine dei 260 grammi. Ovviamente il barilotto è da 2″.

L’oculare va benissimo. Il contrasto è su ottimi livelli, così come la luce diffusa, di aberrazione cromatica non ce n’è e lo stesso dicasi per la parallasse.

Purtroppo, il difetto è il solito: i bordi. Sull’ED100 F/9 la resa è impeccabile quasi fino al bordo (è dunque consigliatissimo per un telescopio SC F/10), ma lo stesso non si può dire se l’oculare è usato sul Dobson F/6, dove già intorno ai canonici due terzi del campo l’immagine peggiora a causa dell’astigmatismo. Non manca, ad esser pignoli, un leggero effetto tunnel.

Pagato in negozio 170€, direi che li vale. E’ certo meglio delle varie ciofeche vendute a metà prezzo. Tuttavia dopo averci guardato dentro, la voglia di Nagler/Panoptic su queste focali è quasi irrefrenabile!

ORION OPTILUX 32mm

PRO:
- contrasto
- buon campo
- leggero e ben fatto

CONTRO:
- correzione migliorabile a bassi rapporti focali
- poco conosciuto

DATI RILEVATI:
- Campo apparente: 60.9°
- Field stop: 34mm
- Estrazione: 21mm

Test eseguito da Mirko Capuano ( http://mkastropage.altervista.org/ )




Articoli (forse) correlati: